L'innesco su una totanara può essere fatto in tanti modi, io te ne suggerisco uno, fatto con lardo e un piccolo totano. Proprio un piccolo totano fresco di pescheria, perché i totani (Todarodes sagittatus) sono tremendi cannibali.

Come fare un innesco per il totano: totanara + lardo + totano (oppure sarda)

Iniziamo infilando una striscia di lardo sull'asta metallica della totanara. Facciamo in modo che la punta entra ed esca bene dalle estremità della striscia di grasso bianco.

Io metto la quantità di lardo che vedi nel video ma c'è chi ne mette molto di più e comunque prende totani. Non pescando a profondità molto elevate è comunque inutile esagerare con inneschi enormi.

A questo punto infiliamo sulla totanara un piccolo totano fresco e lo affianchiamo al lardo, almeno per parte della sua lunghezza. Prendiamo un rotolo di filo elastico per esche e leghiamo il tutto con abbondanti giri di questo filo di lycra.

Partiamo dalla parte alta del mantello del piccolo totano e scendiamo fin sul lardo arrotolando tutto per bene col filo elastico.

Abbiamo finito il nostro innesco specifico per la pesca del totano (Todarodes sagittatus). Non ci resta che collegare il moschettone della girella montata a fondo lenza, sulla nostra canna, per andare a calare in acqua la totanara alla ricerca di cefalopodi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *